Astronomia Culturale

Viene oggi solitamente definita "Archeoastronomia” l’insieme degli studi “di ciò che le popolazioni storiche e preistoriche hanno fatto a riguardo dei fenomeni celesti, ovvero di come se ne siano servite e di che ruolo questi abbiano rivestito nella loro cultura” (Sinclair, 2006), mentre lo studio di queste pratiche tra le popolazioni attuali viene denominato “Etnoastronomia”. Con il termine “Astronomia Storica” vengono poi definiti gli studi dedicati al recupero di dati di interesse astrofisico da documenti di epoca pre-telescopica, antecedenti cioè al XVI secolo della nostra Era: questi studi danno un contributo essenziale all’Astrofisica, per la comprensione di fenomeni che generano eventi abbastanza luminosi da permetterne l’osservazione ad occhio nudo, quali le Novae, le Supernovae, il transito di comete, quando di questi fenomeni sia possibile identificare in antichi testi descrizioni abbastanza dettagliate da permettere di ricostruirne le modalità di svolgimento. Queste tre tematiche, insieme alla Storia dell’Astronomia, vengono attualmente raggruppate in un’unica disciplina, definita Astronomia Culturale.